CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Dai Comuni

Avellino e il "servizio" Mensa: Gambardella: " Basta alibi, occorre il coraggio di una decisione

Avellino e il

Apprendo dagli organi di informazione locale che l'assessore pro tempore alla Pubblica Istruzione, avv. Michela Mancusi, avrebbe dichiarato che il mancato avvio del servizio mensa sarebbe dovuto a ritardi della passata amministrazione. Senz'altro siamo dinanzi ad un refuso in quanto l'assessore Mancusi non può non sapere che la precedente giunta aveva predisposto tutti gli atti con largo anticipo (tra l'altro con una maggiore attenzione alla qualità dei prodotti) e - come la legge prevede - demandato agli uffici gli atti conseguenziali. 

Anche se novizia nell'attività di governo della cosa pubblica, l'avvocato Mancusi  non può non sapere che - nel caso malaugurato ma frequente di un ricorso al Tar avverso alla graduatoria - spetta al Dirigente del settore stabilire, d'intesa con la parte politica (già da giugno il sindaco Ciampi) se procedere ad un affidamento temporaneo alla ditta vincitrice o indire una gara sotto soglia sul Mepa per coprire il tempo d'attesa per il pronunciamento del TAR, così come più volte suggerito dai consiglieri Petitto e Nargi. 

Se non si trattasse di un errore di interpretazione del pensiero dell'avvocato Mancusi dovrei pensare che l'assessore Mancusi  non intenda assumere una pur minima responsabilità politica e, perfettamente in linea con l'intera giunta Ciampi, preferisce scansare il problema e scaricare barili e colpe su chi li ha preceduti. Purtroppo le famiglie e i bambini non possono essere ancora vittime di un disagio che si sarebbe potuto risolvere e che ancora ora potrebbe essere risolto con un minimo atto di coraggio e di decisione politica.

Prof. Bruno Gambardella

Condividi: