CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Enti

Regione - Approvato il nuovo piano per affrontare la crisi idrica in Campania

Regione - Approvato il nuovo piano per affrontare la crisi idrica in Campania

La Giunta regionale ha approvato una nuova delibera nell'ambito del piano generale degli interventi urgenti per affrontare la crisi idrica in Campania. 
Il nuovo piano prevede diversi progetti per poter far fronte nel migliore dei modi all'emergenza idrica della regione. Per quanto riguarda l'Irpinia si tratta di interventi importanti, tra cui spicca sicuramente l'ottimizzazione dell'impianto di sollevamento dell'acqua di Cassano che ha un costo stimato di oltre 6 milioni di euro, coperti dai fondi Cipe relativi al "Patto per la Campania". I lavori dovevano essere avviati già lo scorso anno, ma a causa dell'impossibilità dell'Alto Calore di anticipare le somme necessarie, l'intervento è rimasto fermo; ma oggi con il nuovo cronoprogramma, si rimettono a disposizione oltre un milione di euro, caricando l'intera spesa sul bilancio di previsione finanziario 2018/2020 di Palazzo Santa Lucia, lasciando l'Acs quale soggetto attuatore.
Gli altri interventi previsti nel nuovo piano regionale sono: la riattivazione del campo pozzi di località Chiusa a Montoro attraverso un sistema di filtrazione a carboni attivi dal valore di 750mila euro, la rifunzionalizzazione della condotta di adduzione delle sorgenti alte del Calore, tra Montella e Cassano, con collegamento al sistema acquedottistico Acs per un valore di 200mila euro, la realizzazione di un nuovo pozzo a Sirignano a servizio del serbatoio di Quadrelle, oltre alla sistemazione della condotta adduttrice di San Modestino a Mercogliano per 690mila euro. Poi sono previsti interventi sui tre pozzi esistenti a Volturara per alimentare i comuni di Lioni, Nusco, Torella dei Lombardi, Castelfranci, Sant'Angelo dei Lombardi e Frigento per una spesa di 40mila euro.
Si tratta di lavori che permetterebbero di recuperare 155 litri d'acqua al secondo, mentre con il solo impianto di Cassano si avrebbe un incremento della derivazione proveniente dalle sorgenti di Cassano di 250 litri al secondo.

Condividi: