CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Sport

Calcio a 5-La tradizione va rispettata, Avellino si aggiudica il derby

Bianco verdi vittoriosi per 3-1 sul campo dei cugini solofrani. Pubblico da stadio a incorniciare una splendida vittoria.

Calcio a 5-La tradizione va rispettata, Avellino si aggiudica il derby

Avellino è tradizionalista e soprattutto non ha alcuna intenzione di deludere i suoi tifosi e così anche oggi, davanti ad un pubblico di fede biancoverde magnifico, è uscito vittorioso dal Villaggio dello Sport di Borgo Ferrovia, dove i lupi di Carbone si sono imposti col netto risultato di 3-1. Una gara senza storia quella disputata dal Cus Avellino C5, un ruolino di marcia che finalmente ha cominciato a viaggiare sui binari giusti (sette punti in tre gare), segno che la cura Carbone funziona. Manca ancora una vittoria delle tre auspicate dal Ds Izzo nel dopo gara di Cardito contro la Trilem, ma la prestazione sfoderata oggi dagli uomini di Avellino ha fatto sorridere tutti, compresi i fantastici tifosi dei lupi che a fine gara hanno inscenato un tifo che mai si era visto finora, sottolineando al grido di ‘Olè’ i passaggi tra di palla tra i calciatori, salutando i propri beniamini con un ‘Lupi, Lupi’ da serie A! C’è da dire che mister Cocchia ha dovuto fare di necessità virtù, dovendo fare a meno dei lungodegenti De Maio e De Vivo, ai quali si è aggiunto Sbriglia che, dopo il malore accusato in settimana, come si prevedeva, non ha preso parte alla gara. Il Solofra ce l’ha messa tutta per pattare i conti, rendendosi pericoloso in svariate situazioni soprattutto nella ripresa, ma i lupi hanno giocato la partita in modo quasi perfetto, fatte salve alcune disattenzioni croniche e quel pizzico di sfortuna in fase di conclusione a rete che non manca mai.
Prima dell’inizio del match, il Cus Avellino ha omaggiato il Futsal Solofra con un fascio di fiori in memoria di uno storico tifoso rosanero, recentemente scomparso.
La cronaca vede in campo le due squadre così schierate. Cocchia manda Vitiello tra i pali, capitan Nicodemo, Troiano, Lissa e Parmigiano a completare il quintetto. Carbone risponde con Preziuso a difesa dei colori bianco verdi, Milito inamovibile al centro della difesa, sulle corsie agiscono Parente e Marrone, Massa nel vertice alto dello starting five ospite.
PRIMO TEMPO – La prima frazione comincia nel più perfetto degli equilibri, con le squadre prevedibilmente molto contratte che cercano sin dalle prime battute di sbloccare il risultato. Ha la meglio Avellino, che dopo 9 minuti va a segno con Massa: il pivot ex Casavatore conclude a rete un’azione innescata dalle retrovie con Milito che lancia lungo proprio ad agganciare Massa che si invola verso la porta difesa da Vitiello, infilando per il vantaggio biancoverde (0-1). Il Solofra risponde con Parmigiano che si rende pericoloso al 14’ ma la sfera finisce fortunosamente sulla traversa. sale il pressing rosanero, Avellino si innervosisce e Milito rimedia un giallo che non lo consentirà di disputare il prossimo incontro casalingo contro il Nocera. I banco verdi gestiscono la sfera e tentano l’allungo, costringendo i padroni di casa a commettere le sei penalità che portano al tiro libero a favore deglio ospiti. Dal dischetto, lo stesso Milito spara alto sulla traversa.
SECONDO TEMPO – La ripresa si apre col Solofra sempre in attacco, con Parmigiano che si fa vedere più volte da Prziuso ma ‘The Wolf’ è invalicabile. Al 4’ arriva il raddoppio dei bianco verdi, direttamente su calcio di punizione: Parente da distanza ravvicinata spacca in due la barriera rosanero, calciando in modo sbilenco; la palla lentamente oltrepassa la linea di porta, tra l’ovazione dei tifosi avellinesi (0-2). I lupi sono intenzionati a fare bottino pieno e così Marrone e Massa danno vita ad un 1-2 micidiale, purtroppo però la sfera si stampa sul sette. Non si demorde, il riccioluto laterale sale in cattedra e griffa la terza rete di marca avellinese, su un cross al bacio di Massa, ancora una volta il migliore dei suoi (0-3). Il Solofra non ci sta e al 17’ Perna accorcia le distanze (1-3) complice uno svarione difensivo di Milito, che subito dopo si fa perdonare ergendosi a protagonista di una delle sue ‘solite’ sgroppate, mette la sfera al centro per Parente, che in semirovesciata spedisce la sfera a lambire il palo. I padroni di casa possono riaprire la gara nei minuti finali su tiro libero, ma Parmigiano si fa stregare da Preziuso e manda la palla oltre il legno. È ancora il ‘Divino’ a impensierire Vitiello al 28’, ma il secondo palo si interpone tra Parente e l’esultanza per un poker.
Finisce così il match, con i tifosi irpini più che mai soddisfatti della grinta dimostrata dai bianco verdi, attesi sabato da una gara casalinga, contro il Nocera, da vincere per continuare a sognare.
Vittoria con una dedica speciale, all’amico di sempre anche se lontano, l’ IMPERATORE, il bomber Luigi Marrone, per il suo compleanno! I lupi non potevano certo fargli regalo migliore!
I TABELLINI
FUTSAL SOLOFRA: Vitiello (p), Vinaccia (p), Vietri (p), Nicodemo (K), Troiano, Perna, Lissa, Parmigiano, Gigante G., Maresca, Martucci, Gigante F.
All. Cocchia
CUS AVELLINO C5: Milito, Balestrieri, Pulvirenti, Marrone, Abate, Massa, Venezia (K), Erba (VK), Rizzo (p), Parente, Preziuso (p), Giusti
All. Carbone
ARBITRI: Pasquale Martone di Castellammare di Stabia (primo) ed Aniello Fucci di Nola (secondo)
FINALE: 1-3
MARCATORI: 9’pt Massa (CUS), 4’ st Parente (CUS), 10’ st Marrone (CUS), 17’ st Perna (SOL)
AMMONITI: Milito (CUS), Gigante G. (SOL), Troiano (SOL), Parmigiano (SOL),
ESPULSI: Parmigiano (SOL)
NOTE: per Avellino migliore in campo Simone Massa

Condividi: