CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Enti

Provinciali, restano in piedi i nomi di Palmieri e Farina

Nessuna soluzione unitaria dopo l'infuocata seduta romana

Provinciali, restano in piedi i nomi di Palmieri e Farina

Tutti contro tutti: e' quanto emerso dopo l'infuocato incontro  romano tenuto per dirimere le divisioni all'interno del partito democratico irpino circa la corsa per la carica di presidente della Provincia di Avellino. Elezioni che si terranno il prossimo 31 del mese e con l'incombente scadenza delle presentazioni delle liste tra 48 ore. Restano in piedi i nomi di Stefano Farina  e Beniamino Palmieri. Alla presenza di Gianni  Dal Moro , responsabile nazionale Organizzazione, il deputato Umberto Del Basso De Caro, il Presidente del Consiglio Regionale Rosetta D'Amelio e il segretario provinciale Giuseppe Di Guglielmo.

Una seduta " concitata " che ha evidenziato le distanze tra le due anime. Si e' parlato di segreteria provinciale con l'ipotesi di un nuovo tesseramento, senza escludere un nuovo congresso e l'ipotesi commissariamento. Ma ha tenuto banco il  caso Provinciali che non ha fatto registrare nessun passo indietro rispetto alle due candidature, ormai contrapposte, da muro contro muro . La segreteria nazionale dovrebbe nelle prossime ore esprimersi sul simbolo senza escludere il ritiro.
Rispetto alle alleanze restano in piedi tutte le incognite e quindi le divisioni che caratterizzano il suicidio del Partito Democratico irpino. Sono ore concitate con scenari imprevedibili e con ulteriori lacerazioni che potrebbero "liberare" i tanti incerti per il voto alle presidenziali.

Condividi: