Il Tenente Colonnello Massimo Pace nuovo comandante del Nucleo Investigativo Polizia Ambientale e Forestale

 

Il Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale ha un nuovo Comandante. È il Tenente Colonnello Massimo Pace: subentra al parigrado Nicola Clemente che da qualche giorno ha assunto il comando del Gruppo Carabinieri Forestale di Napoli.

44enne di origini lucane, coniugato e padre di tre figli, si è laureato con lode nel 2003 in Ingegneria Informatica presso l’Università Federico II di Napoli.

Dal 2004 al 2011 ha svolto l’attività ingegneristica nel settore dell’aerospace e defence, in Alenia Aeronautica (Finmeccanica Group), svolgendo il ruolo di Project Manager in programmi internazionali, con missioni negli USA presso i partner Lockheed Martin Aeronautics e Boeing.

Nel 2011 è stato assunto nel Corpo Forestale dello Stato e ha frequentato il corso biennale presso la Scuola Superiore dell’Amministrazione dell’Interno, conseguendo la qualifica di Commissario Capo. Nello stesso periodo ha svolto il Master biennale di II Livello in Scienze della Sicurezza Ambientale presso l’Università La Sapienza di Roma.

Assegnato quindi nel 2013 al Comando Regionale Basilicata, è stato a capo del settore tecnico-logistico, occupandosi di contrattualistica pubblica, gestione patrimoniale, informatica, antincendio e sicurezza sui luoghi di lavoro.

È stato altresì componente della commissione di collaudo del sistema di simulazione incendi boschivi 3D “Forest Fire Area Simulator”, installato presso il Centro di Formazione Nazionale di Castel Volturno, dove ha svolto anche docenze.

Dal 2017, per le acquisite competenze tecnico-logistiche-amministrative, ha collaborato attivamente al processo di integrazione del Corpo Forestale dello Stato nell’Arma dei Carabinieri. Ha ricoperto, inoltre, numerosi altri incarichi quali ufficiale referente del settore operazioni, del Nucleo Informativo Antincendio Boschivo, del Controllo Ecosistemi Forestali, del Meteomont, funzionario istruttore autorità amministrativa CITES, nonché giudice militare.

Nel 2020, fino a prima di assumere l’attuale incarico operativo, è stato Capo Ufficio Comando presso la Regione Carabinieri Forestale Basilicata.