Avellino , dopo il corteo di Fridays for future incontro con il sindaco Festa che rassicura, ma lo scetticismo resta

Sono state circa 600 le persone che venerdì 24 settembre ad Avellino hanno partecipato al corteo di Fridays for future per chiedere giustizia climatica e un'azione tempestiva contro il cambiamento climatico. Lo sciopero, organizzato in tutto il mondo, si legge nel comunicato inviato, riprendeva i temi della Cop26 e della transizione ecologica, ma ad Avellino la linea d’azione scelta è stata diversa. Si è scelto infatti di manifestare per chiedere che Avellino e la sua amministrazione si mobilitino nella lotta al cambiamento climatico e nella tutela per l'ambiente. Gli interventi effettuati lungo il corteo hanno infatti evidenziato delle mancanze e dei problemi ambientali strettamente legati al nostro territorio- come ad esempio l'aria inquinata e la consulta ambientale- per poi concludersi con la presentazione delle cinque proposte che Fridays For Future Avellino insieme a Legambiente avellino ha redatto a seguito di un'assemblea pubblica ed ha portato al sindaco durante l'incontro successivo al corteo che una delegazione di sei persone ha avuto con il primo cittadino.

Davanti alle nostre proposte, affermano gli organizzatori, per attivare una transizione ecologica ad Avellino, il sindaco Festa ha tenuto a sottolineare che la transizione ecologica in città è già attiva da tempo e che la situazione avellinese non è tanto critica come invece più volte- anche appoggiati da altri associazionisti- abbiamo sottolineato e denunciato. Tuttavia i riscontri di questa transizione ecologica fatichiamo ancora a vederli, e allo stesso modo siamo pressoché all'oscuro delle modalità in cui la nostra amministrazione agisce per arginare il problema del nostro territorio. 

Crediamo fermamente che Avellino debba svolgere la sua parte nella lotta all'emergenza ambientale, come comunità singola ma ancora di più come città capoluogo di provincia, e perciò speriamo che il sindaco possa valutare le nostre proposte, impegnandosi a portarle a termine completamente nel minor tempo possibile. Riteniamo di fondamentale importanza e di piuttosto semplice attuazione le proposte che abbiamo portato al sindaco e in generale all'amministrazione comunale, ed è per questo che ci impegneremo a controllarne lo stato di realizzazione e l'impatto ambientale in un tempo relativamente breve. 



Le nostre mobilitazioni e la nostra lotta ovviamente non sono finite qui, ed il corteo ha rappresentato solo un punto di inizio per il processo che come fridays for future vogliamo creare, da soli ed in collaborazione con legambiente, in futuro. Possiamo perciò invitarvi a scriverci sulla nostra pagina instagram per essere aggiunti nel gruppo whatsapp o ad entrare tramite il link nella biografia di instagram nel nostro gruppo telegram. Il futuro sicuramente ci riserva numerose altre attivazioni sia in merito a tematiche strettamente territoriali sia riguardo problemi più globali ma altrettanto importanti.



">