Nusco - Accordo di programma tra Ente Parco Regionale Monti Picentini e Comando Carabinieri Forestali per il controllo del Territorio

  

Questa mattina, presso la Sala conferenze del Comune di Nusco, si è tenuto l’incontro di consegna dei dispositivi di controllo del territorio da parte dell’Ente Parco Regionale dei Monti Picentini al Comando regione Carabinieri forestale Campania. La cerimonia si è svolta in presenza del Generale Brigata Ciro Luongo, comandante regionale, il Colonnello Fernando Sileo e il Colonnello Maria Gabriella Martino, rispettivamente Comandanti Gruppo Carabinieri Forestale di Avellino e Salerno, e il Presidente Ciriaco De Mita, sindaco di Nusco.

 

Tra gli obiettivi istituzionali dell’Ente Parco Regionale dei Monti Picentini si considera prioritario, indifferibile e urgente, la sorveglianza ed il controllo del territorio, esercitata dai militari delle Stazioni Carabinieri Forestali con circoscrizioni ricadenti all’interno della perimetrazione del Parco.

Le attività saranno coordinate, a livello interprovinciale, dal Comandante della Regione Carabinieri Forestale “Campania” e, a livello provinciale, dai Comandanti del Gruppo Carabinieri Forestale di Avellino e Salerno, rispettivamente per gli ambiti territoriali di competenza, secondo le finalità istitutive dell’Ente, nel rispetto delle norme di salvaguardia vigenti e dei futuri strumenti di pianificazione e regolamentazione anche in materia di applicazioni delle sanzioni in ambito Parco.

 

Queste le dichiarazioni del Presidente Fabio Guerriero:

“L’ente parco sta lavorando ad una nuova consapevolezza: essere cittadini di un’area protetta deve rappresentare motivo di orgoglio e di opportunità. Siamo consapevoli che, a causa delle storiche carenze di organico che attanagliano le aree potette regionali, possiamo utilizzare la tecnologia e l’innovazione per colmare alcune mancanze, per la pianificazione e l’uso del territorio abbiamo modificato il motore di ricerca del Sistema Informativo Territoriale, al fine di rendere più agevole e veloce la consultazione dei dati. Stiamo per iniziare una vera e propria battaglia per il controllo del territorio, contro coloro che abbandonano i rifiuti in montagna, provocano incendi e tagliano alberi abusivamente attraverso la fornitura di foto-trappole a controllo remoto e droni.”

 

“Con la consegna dei materiali di controllo, - conclude il Generale Brigata Ciro Luongo - insieme al Parco concentriamo gli sforzi su quelle che sono le emergenze ambientali più importanti. In primis, l’abbandono dei rifiuti, che deturpa gli scenari paesaggistici di questi territori. Altresì importanti sono il contrasto dei tagli furtivi e il monitoraggio e la prevenzione degli incendi. Questi materiali verranno distribuiti alle 8 stazioni dei carabinieri forestali che operano nel Parco dei Picentini: dieci nella provincia di Salerno e dieci nella provincia di Avellino.”