Sant'Angelo dei Lombardi - De Luca inaugura il centro semi - residenziale per l'autismo

La Regione con il Presidente Vincenzo  De Luca punta sul centro semi - residenziale per l'autismo ubicato all'interno del plesso ospedaliero Criscuoli -Frieri. Attende ancora il centro del capoluogo irpino  di Valle dopo oltre 20 anni e 4 milioni di Euro impegnati , ma De Luca si impegna davanti alle telecamere con " la verifica entro la prossima settimana dei due uffici tecnici, dell'Asl e e del Comune capoluogo, per la decisione sugli ultimi lavori da farsi." Per il Governatore occorre ripartire anche a Valle.


E l'Irpinia sarà l'unica provincia ad avere due strutture pubbliche per l'autismo. "E' uno sforzo straordinario sul piano organizzativo, per la presa in carico dei piccoli pazienti che prevede un approccio multidisciplinare, che va dal neuropsichiatra infantile al sociologo, passando per il personale educativo e scolastico, allo psicologo, infermieristico, e con il coinvolgimento dei piani sociali di zona".


Sollecitato anche dall'intervento del sindaco di Sant'Angelo dei Lombardi Marco Marandino, De Luca si è impegnato a  far crescere il presidio Criscuoli -Frieri, dove "prevediamo un incremento per la cardiologia e la terapia intensiva, ma anche qui, ha evidenziato - senza raccontare stupidaggini ai cittadini, parleremo chiaro e senza fare demagogia. Dopo 10 anni la Campania è uscita dal commissariamento sulla sanità, avevamo moltiplicato primariati, reparti e strutture complesse oltre ogni sostenibilità finanziaria, solo un lavoro rigoroso ci ha consentito di rientrare da questa crisi e vorrei che non si tornasse alla condizione precedente. Oggi c'è molto da essere orgogliosi, forse non ne siamo nemmeno consapevoli ma abbiamo una struttura sanitaria di eccellenza in Irpinia che fa invidia a molte zone dell'Italia."



Sull'apertura del centro , " dobbiamo essere orgogliosi. E' il secondo centro a trattare questo tipo di disturbo - l'altro fa parte dell'Asl di Napoli- ma qui a Sant'Angelo abbiamo già in carico 166 tra bambine e bambini, un lavoro enorme e rassicuro le famiglie che saremo sempre vicini ai loro bisogni".

 Ma sull'apertura del centro di Sant'Angelo non esultano le associazioni  "Irpinia Pianeta Autismo" che considerano la struttura dell'Alta Irpinia , una struttura di riabilitazione, che deve essere lontana dalle corsie degli ospedali, dalle sirene delle ambulanze. 

Sulla vicenda Autismo, ci sono troppe famiglie che attendono e sono consapevoli che l'apertura di Sant'Angelo è uno schiaffo ai 18 anni di storia della struttura non aperta ad Avellino.  E' stata una mattina carica di attese e di momenti diversi: da una parte gli "invitati" con De Luca e il direttore generale Maria Morgante. Dall'altra i giornalisti in attesa di un contraddittorio che non c'è stato. Poi il taglio del nastro  che dopo una durata di cinque anni , inaugura di fatto il servizio in un regime semi-  residenziale che affiancherà le terapie a domicilio. 


Presenti con Morgante e De Luca, il Direttore del Dipartimento di Salute Mentale Pietro Bianco, il Direttore dell'Unità di Neuropsichiatria Infantile Domenico Dragone, il Direttore Sanitario Salvatore Frullone, il primo cittadino di Avellino Gianluca Festa, i consiglieri regionali Alaia, Petracca e Petitto, i sindaci Farina, Pelosi, Picone, Marandino, Marcello Arminio


La delegata alle Pari Opportunità Rosetta D'Amelio, l'ex senatore Enzo de Luca, l'ex consigliere regionale Mario Sena.


Dopo Sant'Angelo, il Governatore ha visitato ad Avellino il Drive through caserma Berardi, inaugurato martedì 6 aprile accolto dal Colonnello Massimo Bruno.