Convegno della Don Gnocchi al Goleto sulla medicina riabilitativa post Covid

 

 - di Antonio Porcelli - Si è svolto presso lAbbazia del Goleto di Sant’Angelo dei Lombardi  l'evento formativo dal titolo La medicina riabilitativa in era pandemica. Ai  lavori è intervenuto  il direttore generale della Fondazione Don Gnocchi Francesco Converti  e il presidente don Vincenzo Barbante.


L'incontro nello splendido scenario dell'Abbazia è stato rivolto principalmente ai medici, infermieri, logopedisti, educatori, terapisti occupazionali, terapisti della neuropsicomotricità dell'età evolutiva e psicologi per approfondire i percorsi clinico/assistenzialidifferenti setting di presa in carico e nuove offerte di prestazioni di medicina riabilitativa", che possano contribuire a dare risposte alla mutata domanda di salute dei pazienti nei loro contesti familiari.



L’evento gratuito, con accreditamento ECM, ha visto  come responsabile scientifico il dottor Fabio De Santis, responsabile del Polo Specialistico Riabilitativo della Fondazione Don Gnocchi di Sant’Angelo dei Lombardi, presso l’Ospedale “Criscuoli”, promosso dalla Fondazione con il patrocinio della Regione Campania, dell’Asl di Avellino e del Comune di Sant’Angelo dei Lombardi.


Epidemiologia ed elementi di fisiopatologia da Sars-Covid 2, malattia delle piccole vie aeree nel paziente post-Covid, gestione del paziente in area critica, Icf e Covid, impatto della pandemia sulla qualità della vita e sulla sfera emotiva del distanziamento sociale, bisogni riabilitativi del paziente Covid, governance della rete ospedaliera, vaccinazione e medicina del territorio: questi i temi che sono stati affrontati dai vari professionisti coinvolti.


Una ricca riflessione sulle frontiere moderne della medicina riabilitativa nel contesto della pandemia che ha visto emergere grandi fragilità. Sono intervenuti, il dott.Biagio Campana  responsabile medico del Polo specialistico riabilitativo di Sant'Angelo dei Lombardi, il Responsabile Neuro Ortopedia dott.Aniello Laise e le figure di vertice della Fondazione. Ricco il parterre al quale hanno partecipato il Direttore Sanitario del Presidio Ospedaliero Salvatore Frullone , l'Arcivescovo Mons. Pasquale Cascio, i consiglieri regionali Vincenzo Alaia e Maurizio Petracca,  la delegata regionale alle Pari Opportunità Rosetta D'Amelio, i consiglieri provinciali Rosanna Repole e Luigi D'Angelis e amministratori locali.