Parte il primo degli appuntamenti de "Il Borgo dei Filosofi" tra canti danteschi e lettura teatralizzata

La lettura della “Divina Commedia” di Dante Alighieri e la disamina del pensiero filosofico e filologico nella rassegna internazionale “Il Borgo dei Filosofi”. La manifestazione, che coinvolgerà i Comuni dell’Irpinia, riaccende i riflettori sul territorio come una delle capitali del pensiero contemporaneo. Per coniugare letteratura e filosofia, la “Provincia” di Avellino e la Fondazione Sistema Irpinia ( nella foto alla presentazione ) hanno inteso celebrare i settecento anni della morte di Dante, coinvolgendo il” Teatro d’Europa” ed il Consorzio Teatro Irpino. “Il progetto- commenta Luigi Frasca, direttore artistico del “Teatro d’Europa”- prevede la lettura teatralizzata di alcuni brani estrapolati dai Canti danteschi, con il coinvolgimento degli attori Paolo Capozzo e Maurizio Picariello, del Teatro “99 Posti,” e di Carmine Iannone, de “La Valigia dell’Attore” e Angela Caterina, del “Teatro d’Europa”. Si tratta di un’importante occasione di promozione della cultura teatrale, che individua nella Commedia di Dante il pilastro del pensiero filosofico, politico e filologico del nostro Paese”-. Quindici appuntamenti prestigiosi con la filosofia, ma anche con la cultura teatrale, in altrettante location irpine, per ripartire in sicurezza, grazie al rispetto delle norme anti-Covid. “Dopo la sospensione delle attività culturali per i due lockdown, - continua Frasca- si avverte il desiderio di arte e di bellezza, ed il binomio tra Letteratura e Filosofia consente di avvicinare, con il fascino della lettura teatralizzata, il pubblico alle più complesse tematiche della condizione esistenziale contemporanea”-. Sabato 28, alle 17.30, a Montefusco, Paolo Capozzo e Maurizio Picariello protagonisti di “Dante, dell’immaginabile e dell’inimmaginabile”, mentre le questioni filosofiche saranno sviluppate dai relatori Ciro Perna, Michele Rinaldi e Carmela Covino. La kermesse filosofica, organizzata da Angelo Antonio Di Gregorio, proseguirà lunedì 30, al Palazzo Filangieri di Lapio, dove, alle 17.30, Maurizio Picariello e Carmine Iannone saranno interpreti di alcune terzine del Sommo Poeta relative a “Dante, dell’amore e della verità”. I relatori saranno Gualberto Alvino, Luca Maria Spagnuolo, Melissa Giannetta, che affronteranno la tematica dal punto di vista filosofico. “La lettura teatralizzata- conclude Frasca- rende più accessibile la comprensione dell’opera dantesca, trasformandosi in valido sussidio didattico per gli studenti”-