Congresso Pd congelato.Roma riapre i giochi, Cennamo si dimette

Aldo Cennamo ha rassegnato le dimissioni da commissrio provinciale del partito Democratico di Avellino  dopo un lungo incontro romano  nel corso del quale, il Nazareno ha congelato il cammino congressuale e rinviato l'appuntamento alla fine del tesseramento 2021. Per tali motivi, Cennamo ha inviato alla stampa il seguente comunicato: "Il Commissario provinciale del PD di Avellino, Aldo Cennamo, ha incontrato oggi a Roma il coordinatore della Segretaria nazionale del PD, Marco Meloni.

Nel corso dell’incontro è stata esaminata l’ipotesi di svolgere il Congresso di Avellino al termine della nuova campagna di tesseramento 2021.

Dopo un’ampia riflessione l’on. Aldo Cennamo, in ragione del proprio stato di salute, non ha ritenuto di potersi sottoporre ad un nuovo e prolungato impegno e ha rassegnato, dunque, il proprio mandato di Commissario provinciale.

Nel lasciare l’incarico, il Commissario Cenammo esprime la sua sincera gratitudine a tutti i militanti che con il loro contributo hanno accompagnato il suo lavoro e formula l’auspicio che il PD irpino possa concludere il nuovo percorso congressuale con un ritrovato spirito unitario." Nella sostanza si riavvolge il filo del discorso iniziato dall'attuale commissario , ed è probabile che i due candidati in lizza per la segreteria, Nello Pizza e Gerardo Capodilupo ritireranno le candidature per dare al partito e agli attuali dirigenti l'opportunità di scegliere un segretario unitario secondo l'iter congressuale che verrà stabilito. Ancora una volta non ci sono vincitori e vinti: l'augurio, alla fine di questo nuovo percorso, è che vinca finalmente il Partito Democratico.