Lioni - Nell'anomala campagna elettorale Gioino stravince la gara contro l'astensionismo

 Solo dodici candidati alla carica di consigliere  tutti eletti per l'anomalia  di una sola forza in campo per la mancata presentazione della lista che doveva far capo a Rodolfo Salzarulo. Yuri Gioino bissa il successo del 2016 presentando una squadra, dodici componenti con sei nuovi ingressi e sei uscenti. Nel solco del centrosinistra la civica "Lioni Democratica" con 3.702 voti si appresta ad affrontare per il prossimo quinquennio i temi e gli ostacoli legati all'ambiente e l'ambizioso progetto Borgo 4.0. che vedrà Lioni al centro delle nuove prospettive di sviluppo e di modernità. In attesa delle indicazioni sui nomi dei nuovi assessori, con l'incognita della scelta tra  le preferenze ottenute o dell'esperienza consolidata o anche della effervescenza giovanile, i nuovi consiglieri  avranno il compito di impegnarsi al massimo per non sfigurare e per saper dare risposte alla città monca dell'opposizione e delle tradizionali rivalità nel dibattito consiliare. Questi i nuovi rappresentanti consiliari: Anna Lucia D'Amelio (546), Rocco D'Andrea(659), Nicola Di Paolo(488), Michele Di Sapio(443), Sabatino Fonso(245),  Domenica Gallo(874), Pasquale Garofalo(521), Elisa Pinchera(239), Giusi Rosamilia(347), Maria Antonietta Ruggiero(798), Salvatore Ruggiero(571), Amato Verderosa(286).